Pulsar come GPS per i viaggi interstellari

ASI-logo

Passi avanti per il futuro della navigazione nello spazio profondo. In uno studio congiunto della Leicester University e del National Physical Laboratory  viene mostrato un metodo che utilizza i raggi X emessi dalle pulsar per individuare la posizione di una navicella nello spazio, con una precisione di 2 chilometri.

Italiano

from ASI Agenzia Spaziale Italiana ift.tt/2azdyvF

Leave a Reply

Your email address will not be published.

The CAPTCHA cannot be displayed. This may be a configuration or server problem. You may not be able to continue. Please visit our status page for more information or to contact us.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.