FICCA UNA TELECAMERINA FRA LE GAMBE DELLA MOGLIE

di Mario Cardinali
Era ‘na vita che ci si scervellava, quer marito! Capirai, una potta largalarga lei, un pipino piccino picciò lui, dice dé, ‘un sono dicerto io che niela sforzo! E alla fine n’è venuto ‘r tremendo dubbio! Qui vedrai ci dev’esse’ quarcunartro che niela sfa!
Sicché ‘na notte l’ha presa ner sonno, n’ha aperto pianopiano le gambe e n’ha tappato quer popò di buo cor cemento!
Dé, lei s’è svegliata, s’è messa a urlà!…

(Continua la lettura sul Vernacoliere in edicola, oppure  acquistalo scaricando la App gratuita del Vernacoliere dall’App Store per iOS, o da Google Play per Android).

from Il Vernacoliere bit.ly/2qcG1R5

Leave a Reply

Your email address will not be published.

The CAPTCHA cannot be displayed. This may be a configuration or server problem. You may not be able to continue. Please visit our status page for more information or to contact us.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.